All’aria Aperta. Il Bosco, Circo a ciel sereno

11986993_1494721820825630_4992962698096189493_n

Da tempo cercavo di capire quale forma potesse avere la mia idea di Circo , dove potesse essere collocato, quali colori, dimensioni….

Volevo tanto una mia scuola di Circo, ma qualcosa continuamente mi frenava e deviava impedendomi di dare il passo con decisione.

Parallelamente ed ancor più forte, forse per mia deformazione professionale, era la necessità di dare un significato, trovare un contenuto, un senso alla pratica di queste affascinanti ed antiche Arti; Maestre di costanza e dedizione, fatiche e delusioni, perseveranza e concentrazione, divertenti e coinvolgenti, capaci di conferire ai corpi e alle menti un sano ed armonioso equilibrio, freschezza ed elasticità, autostima e determinazione.

Durante le ore di animazione e laboratori svolte presso palestre e scuole, incominciavo a percepire una sensazione di vuoto e  mancanza… percepivo una richiesta inconscia da parte dei bambini.

Era come se mancasse l’ossigeno, i suoni rimbombanti, le pareti degli ostacoli invalicabili, la sperimentazione e le possibilità di scoperta limitate dal contesto restrittivo.

Certamente era tutto frutto di una mia percezione, una mia profonda esigenza e ricerca.

Un giorno, grazie ad una serie di coincidenze favorevoli nacque il progetto “Naturalmente Unidos” (progetto dedicato alla sensibilizzazione ambientale delle nuove generazioni) con il quale iniziarono le prime significative esperienze didattiche in natura.

Seguì la vittoria del bando per il progetto nazionale “Equilibri naturali”( cui obbiettivo era quello di riportare i bambini in natura), a conclusione del quale l’esigenza e desiderio di poter lavorare con la natura e portare ancora più bambini all’aria aperta era sempre più forte…

Erano tempi maturi per la nascita di una nuova idea ; Cosi nacque “Vita da Elfi – natura, circo, esplorazioni”.

Fu come quando nel buio di una stanza, accendi un cerino, che di colpo illumina tutto attorno l’oscurità, accompagnato dallo scoppiettio dello zolfo.

Da allora, tante sono state le residenze vissute in foresta, permettendo a più di 300 “Elfi ed “Elfe” di abitare la natura giorno e notte, nelle varie stagioni dell’anno ed in essa scoprirsi, conoscere e  crescere, giocando all’aria aperta.

Sono passati tre anni dalla sua nascita….

Oggi riconosco nel bosco un sincero maestro di vita e mediatore nel lavoro con i gruppi..

Lui ha il potere ammaliante e la magia del mimo, la spettacolarità di un acrobata giocoliere e la poesia del narratore.

Talvolta deve decifrare il linguaggio da usare in base a chi si trova davanti, ma dopo qualche piccola ed impercettibile correzione, riesce a cogliere l’attenzione del suo amato pubblico, come l’esperto saltimbanco.

Io Seguo i suoi consigli ed osservo gli equilibri naturali e le relazioni umane che si manifestano, scegliendo talvolta qualche momento di riflessione, nella quotidiana avventura che si viene a creare.

Grazie a quel cerino ora posso dire di aver compreso….

Son le immense chiome, dalle varie sfumature, che al vento danzano e cantano, il mio tendone;

Gli spalti,  le grandi pareti rocciose tutte attorno, dove le voci trovano l’eco ed al centro il grande palco, dove l’avventura quotidiana diventa spettacolo.

Luca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...